vendemmia nero-di-troia-vino-puglia-antica-enotria

La vendemmia è ufficialmente cominciata! Le porte della nostra masseria si sono spalancate per accogliere le casse cariche di grappoli di uva tondi e succosi. Il nostro cortile è un continuo via vai dalle prime luci dell’alba. La vendemmia non concede sonni lunghi. Ci avviamo verso i filari tutti insieme in un’atmosfera incantata che solo la vendemmia sa regalare, qui in campo i profumi pervadono l’immaginazione. Il Nero di Troia ha degli acini con delle sfumature di colore incredibili, dal violaceo al nero.

Il Nero di Troia è la terza varietà autoctona regionale ed è prevalentemente diffuso nella zona centro-settentrionale della Puglia. Le origini di questo vitigno sono molto antiche e affondamento le radici nella leggendaria dell’eroe greco della guerra di Troia Diomede, amico di Ulisse, che raggiunse le rive dell’Ofanto, lasciando come suo ricordo dei tralci di vite.Il processo di vinificazione prende avvio a fine estate, quando le giornate cominciano a rinfrescarsi, verso i mesi di Settembre ed Ottobre. L’uva viene scelta accuratamente e viene lasciata macerare. Una delle caratteristiche del Nero di Troia è un’elevata presenza di tannini, ecco perché si abbina perfettamente con la degustazione di piatti dal sapore forte e deciso, come primi piatti dal gusto vivace, salumi e formaggi stagionati e piatti a base di carne rossa.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!